Benvenuto nel portale del Comune di Biassono (MB) - clicca per andare alla home page
Via San Martino, 9 - 20853 Biassono (MB) Tel. (+39) 039.22.01.01 Fax (+39) 039.22.01.076   Posta elettronica certificata (PEC) | Mappa stradale | Mappa del sito |

Procedimenti

Questo servizio ti permette di consultare tutti i procedimenti pubblicati su questo sito internet e fornisce informazioni su come e dove richiederli, la documentazione necessaria da presentare, le tempistiche ed i costi. Il servizio inoltre ti consente di scaricare e/o stampare direttamente sul tuo computer la modulistica e la documentazione necessaria relativa al procedimento scelto.
La maschera di ricerca ti permette di effettuare ricerche mirate oppure se vuoi vedere tutti i documenti presenti premi soltanto il pulsante di ricerca.

ultimo aggiornamento in data : giovedì 18 maggio 2017
Condividi su FaceBook Condividi su Google Condividi su twitter condividi: Stampa la pagina Invia ad un amico Visualizza tutti i commenti a: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' EDILIZIA ALTERNATIVA AL PERMESSO DI COSTRUIRE
SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' EDILIZIA ALTERNATIVA AL PERMESSO DI COSTRUIRE
Responsabile del procedimento: Giorgio Bonanomi
  • Soggetto titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia
  • Titolare del potere sostitutivo: Francesco Miatello
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: Sportello Unico per l'Edilizia
  • Responsabile dell'ufficio: Giorgio Bonanomi
  • Telefono: 0392201064
  • Email: sportello.unico@biassono.org
  • Orari: martedì 9.00-13:00 15:00-18:30 giovedì 9:00-12:00
  • Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale: Sportello Unico per l'Edilizia
  • Responsabile dell'ufficio: Giorgio Bonanomi
  • Telefono: 0392201064
  • Email: sportello.unico@biassono.org
  • Orari: martedì 9.00-13:00 15:00-18:30 giovedì 9:00-12:00
Cos'è: In alternativa al Permesso di Costruire, possono essere realizzati mediante Segnalazione Certificata di Inizio di Attività:
a) gli interventi di ristrutturazione di cui all'articolo 10, comma 1, lettera c);
b) gli interventi di nuova costruzione o di ristrutturazione urbanistica qualora siano disciplinati da piani attuativi comunque denominati, ivi compresi gli accordi negoziali aventi valore di piano attuativo, che contengano precise disposizioni plano-volumetriche, tipologiche, formali e costruttive, la cui sussistenza sia stata esplicitamente dichiarata dal competente organo comunale in sede di approvazione degli stessi piani o di ricognizione di quelli vigenti; qualora i piani attuativi risultino approvati anteriormente all'entrata in vigore della legge 21 dicembre 2001, n. 443, il relativo atto di ricognizione deve avvenire entro trenta giorni dalla richiesta degli interessati; in mancanza si prescinde dall'atto di ricognizione, purché il progetto di costruzione venga accompagnato da apposita relazione tecnica nella quale venga asseverata l'esistenza di piani attuativi con le caratteristiche sopra menzionate;
c) gli interventi di nuova costruzione qualora siano in diretta esecuzione di strumenti urbanistici generali recanti precise disposizioni plano-volumetriche.
Gli interventi di cui alle lettere precedenti sono soggetti al contributo di costruzione ai sensi dell'articolo 16. Le regioni possono individuare con legge gli altri interventi soggetti a segnalazione certificata di inizio attività, diversi da quelli di cui alle lettere precedenti, assoggettati al contributo di costruzione definendo criteri e parametri per la relativa determinazione.
Gli interventi assoggettati in via principale al Permesso di Costruire e pertanto realizzabili in alternativa con la DIA sono i seguenti:
- interventi di nuova costruzione (fra cui l’ampliamento);
- interventi di ristrutturazione urbanistica;
- interventi di ristrutturazione edilizia “pesante”.
Non sono mai assoggettabili in via alternativa alla DIA i mutamenti di destinazione d’uso di immobili anche senza opere edilizie finalizzati alla creazione di luoghi di culto e luoghi destinati a centri sociali.
Come si richiede : - Il proprietario dell'immobile o chi abbia titolo deve presentare la Segnalazione Certificata Alternativa al Permesso di Costruire su apposito modello tramite la Piattaforma telematica Cportal almeno 30 giorni prima dell'effettivo inizio dei lavori, accompagnata da una dettagliata relazione a firma di un progettista abilitato e dagli opportuni elaborati progettuali, che asseveri la conformità delle opere da realizzare agli strumenti urbanistici approvati e non in contrasto con quelli adottati ed ai regolamenti edilizi vigenti, nonché il rispetto delle norme di sicurezza e di quelle igienico-sanitarie.Gli elaborati progettuali devono rappresentare in maniera compiuta lo stato di fatto, di progetto e di raffronto (in giallo le demolizioni e in rosso le costruzioni) con piante, sezioni e prospetti in scala almeno 1:100.
Il progetto comunale deve essere integrato da eventuali ulteriori atti ed elaborati, prescritti da norme speciali o da leggi di settore, in dipendenza di specifiche situazioni tutelate dall'ordinamento vigente e con particolare attenzione alle disposizioni in materia di sicurezza, igiene e sanità.
Si specifica che nei casi di interventi da realizzarsi in zona soggetta a vincoli ambientali, paesaggistici o culturali, alla DIA deve essere allegato lo specifico atto di assenso dell’Ente preposto alla tutela del vincolo.
Tempi: Inizio dei lavori non prima di 30 giorni dalla presentazione ed entro 1 anno dalla presentazione della SCIA
Fine lavori entro 3 anni dall'inizio dei lavori.
inizio e fine lavori devono essere comunicati attraverso apposito modello tramite tramite la Piattaforma telematica Cportal (il collegamento al sito web del Comune avviene tramite la sezione dedicata allo Sportello Unico per l'Edilizia)
Spese a carico dell'utente: - 50,00 € per diritti di segreteria per D.I.A. non onerose;
- diritti di segreteria per interventi edilizi onerosi vedasi tabella A allegata a delibera di Giunta n. 17 del 18.02.2010;
- Entro 30 giorni dalla data di presentazione versamento del contributo di costruzione da calcolarsi con le tariffe vigenti al momento del deposito della SCIA
- tramite bonifico sul CODICE IBAN IT 29 O 05216 32540 000000002700, causale “diritti di segreteria SCIA”;
- direttamente allo sportello della tesoreria Comunale, Credito Valtellinese, Piazza Italia n. 17, Biassono;

Eventuale contributo di costruzione secondo le tariffe degli oneri e del costo di costruzione vigenti al momento della presentazione.
Dove rivolgersi: Per informazioni:
Sportello Unico Edilizia

Per presentazione documenti:
tramite la Piattaforma telematica Cportal (il collegamento al sito web del Comune avviene tramite la sezione dedicata allo Sportello Unico per l'Edilizia)

Riferimenti legislativi (Normativa): Art. 23 del Testo Unico Edilizia decreto del Presidente della Repubblica n° 380/2001

cerca nel sito
motore di ricerca
eventi della vita
Io sono
 
Comune di Biassono
Via San Martino, 9 - 20853 Biassono (MB)
Tel. (+39) 039.22.01.01 Fax (+39) 039.22.01.076
Posta elettronica certificata - C.F. 02336340159 - P.IVA 00733850960

Comune gemellato con Minusio (CH)